ROMA-UDINESE: le pagelle. PERES "Ufficio sciagure 2020" 3,5 - FONSECA "Indietro" 4

03/07/2020 alle 00:22.
roma-vs-udinese-serie-a-tim-20192020-36

LAROMA24.IT (Mirko Bussi) - La palude romanista. Quella che sistematicamente ritorna e inghiotte ogni vano proposito, anche il più mediocre che, al giorno d'oggi, consisteva nel ciondolare verso un incolore quinto posto.

Nella palude, ci si smarca sempre più in basso, ci si tira il pallone all'indietro con malcelato fastidio, si perde contro l'Udinese, incapace di vincere nelle ultime 10 partite di Serie A.

MIRANTE 6 – In un paio di casi para, negli altri sospira tra Var e imprecisioni altrui.

3,5 – All’ufficio “sciagure del 2020”, invia accurata candidatura col suo ritorno a Roma. DAL 63’ ZAPPACOSTA 4,5 – Getta nell'indifferenziata tocchi, controlli, passaggi e abbozzi di cross.

SMALLING 5 – Sperduto nella palude, finisce per sbagliare tutti i dosaggi delle marcature, o finendo al di là del guado per seguire un taglio avversario, oppure lasciando a briglie sciolte gli attaccanti avversari che puntualmente lo trascinano indietro di dozzine di metri.

4,5 – Crampi tecnici prima che fisici. DAL 72’ IBANEZ 5 – In tempo per farsi saltar fuori a pié pari da De Paul sullo 0-2.

KOLAROV 4,5 – Comincia da terzo di costruzione, poi torna sull'antica corsia. Nell'una e nell'altra, senza riuscire a dar forma ai pensieri.

CRISTANTE 5,5 – E' quasi commovente vederlo mendicare spiccioli di partecipazione alla pressione avversaria.

DIAWARA 4,5 – Inciampa in errori tecnici come nulla fosse. DAL 63’ VILLAR 5,5 - Esperienza formativa, se non altro.

PEREZ 5,5 – Miracolo! Tira. Persino dribbla e tira, quasi fregandosene dell'aria molle che lo circonda. Così finisce per farlo sempre più addosso alla sagoma di Musso.

3 – "Il calcio italiano è molto complicato" aveva spiegato poche ore prima, per colpa della "tattica" e dei campi. E anche per chi si fa espellere dopo neanche mezz'ora in tal modo.

UNDER 5,5 – Rovesciato a sinistra, propizia un pallone che ha il solo difetto nel destinatario, l'attuale Kalinic, e uno spinoso tiro a giro di destro. Quindi, sostituito. DAL 46’ MKHITARYAN 4,5 – All'Udinese mancava qualità nel poter ribaltare il campo, la trova in abbondanza nei palloni persi col suo ingresso.

KALINIC 4 – Quasi se lo litigano Becao, De Maio e Nuytinck. "Lasciane un po' anche a me" sembrano dirsi l'un l'altro. DAL 72’ SV - Neanche la sua mano può tirar fuori la Roma da dove si era cacciata.

FONSECA 4 - La rotazione degli uomini è utile solo a constatare che il problema è ben diffuso. Cambia canovaccio alla costruzione stringendo inizialmente Kolarov ma somiglia al tentativo di stringere una vite mentre viene giù l'intera impalcatura. Indietro, nel campo e nel tempo.