LA SFIDA NELLA SFIDA: Smalling vs Nkoulou

04/01/2020 alle 16:57.
pre-loved-gods

LAROMA24.IT (Valerio Bertolelli) - Domenica la Roma affronterà il Torino in quella che sarà la prima gara del nuovo decennio. Dopo l'allenamento a porte aperte di mercoledì 1° gennaio, la squadra è pronta a riabbracciare i tifosi allo Stadio Olimpico dopo la grande accoglienza ricevuta al Tre Fontane. Tra i titolari in difesa ci sarà sicuramente Chris Smalling che sembra sempre più convinto di rimanere nella Capitale. Contro il Torino però, l'inglese troverà, dall'altra parte del campo, colui che sarebbe dovuto essere al suo posto: Nicolas Nkoulou.

IL CAMERUNENSE - Approdato a Torino dal Lione per circa 5 milioni nel 2017, Nkoulou è riuscito a diventare in poco tempo uno dei leader difensivi dei granata. Difensore senza fronzoli, grazie alle sue prestazioni è finito sotto il mirino di molti direttori sportivi di tutta Europa, soprattutto sotto quello di chi lo aveva portato all'ombra della Mole: Gianluca Petrachi. L'ex OL, infatti, questa estate è stato molto vicino a vestire la maglia giallorossa, tanto da non essere più sicuro di rimanere alla corte di Mazzarri. Le sue prestazioni ne hanno risentito e di conseguenza ha saltato i preliminari di Europa League, persi contro il Wolverhampton. Passate le voci di mercato, Nkoulou è tornato a giocare a pieno ritmo con il Torino, ma solo dalla sesta di campionato. Fino ad ora ha collezionato ben 11 presenze in cui la squadra ha subito 16 gol. Quando non era utilizzato, invece, il club è stato trafitto 10 volte in 6 gare, dimostrando quanto la sua presenza sia fondamentale per i granata.

L'INGLESE - Arrivato in sordina fra lo stupore e lo scetticismo di molti in prestito secco, Chris Smalling rappresentava l'oggetto misterioso del mercato firmato Petrachi. Dal 30 agosto, giorno in cui è atterrato in Italia, fino ad oggi, l'ex Manchester United ha dimostrato grandi qualità che hanno convinto tutti su ciò che è in grado di fare. E non solo a Roma. In Inghilterra, infatti, non sono pochi quelli che si stanno mordendo le mani per aver lasciato partire un talento come quello del classe '89, fortemente voluto da Sir Alex Ferguson, non l'ultimo degli arrivati. Smalling, che ha accettato la Roma come una sfida tutta nuova, sta piano piano decidendo di rimanere nella Capitale, dove ha una media che sfiora il 100% di interventi riusciti in 15 gare, dove ha segnato 2 gol e un assist. Allo United, però, non sono così propensi a lasciarlo andare, anche se Petrachi ha imboccato la strada giusta per farlo rimanere all'ombra del Colosseo.

LA SFIDA - Nonostante giochino a 70 metri l'uno dall'altro, Smalling e Nkoulou avranno modo di scontrarsi nel loro habitat: l'area di rigore. Questa battaglia sarà combattuta sulle palle alte, prede preferite dei due. La maggior parte dei gol di entrambi, infatti, vengono da colpi di testa. Il camerunense ha segnato il 78% delle sue reti in quel modo, mentre Smalling il 55% nonostante la sua statura più imponente. I due cercheranno di ostacolarsi anche per un altro dato: le loro squadre non perdono mai quando vanno in gol. L'inglese, infatti, ha il 100% di vittorie quando finisce sul tabellino dei marcatori, mentre il granata il 67% con il restante 33% di pareggi.