LA SFIDA NELLA SFIDA: Zaniolo vs Bernardeschi

01/08/2020 alle 12:20.
photo_2020-08-01_12-07-46

LAROMA24.IT (Lorenzo Giannini) – La Roma di Paulo Fonseca si prepara a scendere in campo questa sera all’Allianz Stadium di Torino contro la campione d’Italia. In virtù del quinto posto conquistato dai giallorossi nella giornata precedente, con vittoria per 3-2 contro il Torino, la partita oltre i tre punti non mette altro in palo, ma le due squadre cercheranno comunque di onorarla al meglio.

Entrambe le formazioni non concluderanno la stagione con il match di questa sera, ma si prepareranno per scendere in campo nuovamente. Mercoledì infatti i bianconeri affronteranno il Lione nella gara di ritorno degli ottavi di finale di , mentre la Roma giovedì alle 18:55 scenderà in campo contro il Siviglia in gara secca in Germania per giocarsi l’accesso ai quarti di finale di Europa League. Per questo motivo i due allenatori potrebbero far riposare molti loro giocatori, ma è certo che dal primo minuto in campo dovrebbero essere due giovane talenti italiani che per molti sono considerati il futuro del calcio italiano: Nicolò Zaniolo e Federico Bernardeschi.

IL RITORNO – Quella di questa sera per Nicolò Zaniolo sarà la chiusura del cerchio. Dopo più di sei mesi dal brutto infortunio rimediato proprio nella partita d’andata giocata all’Olimpico contro i bianconeri, questa sera il numero 22 giallorosso dovrebbe tornare in campo dal primo minuto pronto e voglioso di dimostrare a tutti il proprio valore. Zaniolo, che dal rientro in campo ha sempre trovato spazio grazie a Fonseca e ha messo a segno due reti, questa sera potrà veder il proprio nome iscritto all’interno degli undici giocatori che partiranno dal primo minuto.

La partita di questa sera sarà inoltre un ottimo indicatore per il tecnico portoghese, che potrà osservare al meglio i progressi fatti dal 22 giallorosso e valutarlo per quella che sarà la partita spartiacque della stagione: quella del 6 agosto contro il Siviglia in Europa League. Quella sera Zaniolo spera non solo di essere titolare, ma di riuscire a caricarsi la squadra sulle spalle e portarla verso i quarti di finale della competizione, e poi chissà se non proprio fino in fondo a quella ambita finale del 21 agosto.

RISCATTO – Bernardeschi in questa stagione sotto la guida di Maurizio Sarri non è riuscito a brillare come sa fare, per questo motivo quella di questa sera contro la Roma altro non è che un trampolino di lancio per provare a rilanciare la propria stagione in vista soprattutto della partita di contro il Lione, nella quale cercherà di essere protagonista. L’ex viola in questa stagione ha messo a segno solo una rete, contro la Sampdoria due giornate fa, e fornito un solo assist, contro il nella prima gara post lockdown.

Certamente non sono questi i livelli a cui Bernardeschi aveva abituato i tifosi al momento del suo arrivo a Torino. L’ultima stagione in maglia viola, quella del 2016/2017, in 32 gare aveva messo a segno 11 reti e fornito quattro assist. In maglia bianconera, forse soprattutto a causa di mancanza di spazio e giocatori preferiti a lui in fase offensiva, in 78 presenze in campionato ha realizzato solo 7 reti. Quella di questa sera potrebbe allora essere per Bernardeschi la partita per potersi rialzare e rilanciare, in vista magari di un futuro in cui riuscirà a tornare ai ritmi e alle realizzazioni di qualche anno fa.